Il Papa  ci consiglia per il periodo di Quaresima di concentrare i nostri pensieri su 15 semplici atti di carità che ha citato come manifestazioni concrete d’amore:
* 1. Sorridere, un cristiano è sempre allegro!
* 2. Ringraziare (anche se non “bisogna” farlo).
* 3. Ricordare all’altro quanto lo ami.
* 4. Salutare con gioia le persone che vedi ogni giorno.
* 5. Ascoltare la storia dell’altro, senza processi, con amore.
* 6. Fermarsi per aiutare. Stare attento a chi ha bisogno di te.
* 7. Incoraggiare qualcuno.
* 8. Riconoscere i successi e le qualità dell’altro.
* 9. Separare ciò che non usi e dare a chi ha bisogno.
* 10. Aiutare qualcuno in modo che possa riposare.
* 11. Correggere con amore; non tacere per paura.
* 12. avere delicatezze  per quelli che sono vicini a te.
* 13. Pulire ciò che si è sporcato a casa.
* 14. aiutare gli altri a superare gli ostacoli.
* 15. Telefonare o visitare di più i  genitori.
Per approfondire:
E rispetto al digiuno come ci poniamo?
Il miglior digiuno (al di là ed oltre a quello materiale dal cibo e dalle cose superflue) è un digiuno di pensieri ed azioni:
• Digiuno di parole negative e dire parole gentili.
• Digiuno di malcontento e riempirsi di gratitudine.
• Digiuno di rabbia e riempirsi di mitezza e pazienza.
• Digiuno di pessimismo e riempirsi di speranza e ottimismo.
• Digiuno di preoccupazioni e riempirsi di fiducia in Dio.
• Digiuno di denunce e riempirsi  delle cose semplici della vita.
• Digiuno di tensioni e riempirsi di preghiere.
• Digiuno di amarezza e tristezza e riempire il cuore di gioia.
• Digiuno di egoismo e riempirsi di compassione per gli altri.
• Digiuno di mancanza di perdono e riempirsi di riconciliazione.
• Digiuno di parole e riempirsi di silenzio per ascoltare gli altri…
Caricando...