Dove eravamo rimaste?!? Ah sì, oggi parliamo di montaggio video!

Prima di partire, facciamo una veloce panoramica sui programmi gratuiti per fare un montaggio:
  • Avidemux (Windows, macOS e Linux)
  • Lightworks (Windows, macOS e Linux)
  • Lightworks (Windows, macOS e Linux)
  • Shotcut (Windows, macOS e Linux)
  • Movie Maker (Windows)
  • iMovie (macOS)

Ora che abbiamo gli strumenti giusti, possiamo passare all’azione 😉

1. Importare il file video nel programma di editing.
Se il file video è già salvato sul disco rigido, basta importarlo. Altrimenti, si deve acquisire il video dal dispositivo collegando la videocamera al computer.

2. Creare la timeline.
Dopo aver importato il video si visualizzano nel pannello del programma tante clip (scene). Il lavoro di editing video consiste nel disporre queste clip nell’ordine preferito nella timeline (“linea del tempo”) ossia il luogo in cui le sequenze vengono montate e dove vengono applicati gli effetti.

3. Accorciare le scene. 
In alcuni casi può essere necessario effettuare dei tagli per accorciare alcune clip. Sicuramente sono da tagliare le scene in cui in fase di ripresa si è abusato dello zoom. In questo caso è buona norma tagliare tutta la fase centrale tra la partenza e l’arrivo dell’ingrandimento.

4. Inserire transizioni e effetti video.
Tra una scena e l’altra è possibile inserire transizioni che servono ad evitare tagli bruschi tra le scene. Inoltre è sempre possibile modificare un clip intero con gli effetti video incorporati nel programma (effetti per invecchiare un filmato, per velocizzarlo, per rallentarlo, per modificarne le impostazione del colore e così via).

5. Aggiungere musica o narrazione parlata.
Ogni video può avere, in aggiunta o al posto del sonoro originale, anche tracce audio supplementari: una colonna sonora, musica di sottofondo o una narrazione per descrivere le scene riprodotte. Le tracce audio importate vengono visualizzate anch’esse nella timeline e possono essere tagliate o spostate a piacimento.
Per mixare le tracce audio è sufficiente lavorare sul volume degli audio.

6. Inserire testo nel video.
L’aggiunta di testo al video come titoli, sottotitoli, ringraziamenti, note descrittive, titoli di coda o qualsiasi in formazione che appare sul video può essere fatta utilizzando gli strumenti disponibili nel software di video editing. Solitamente viene generata una sorta di “clip editabile” (dove può essere digitato del testo) che può essere inserita nella timeline.

7. Salvare ed esportare il filmato.
Quando si è terminato il progetto è solitamente possibile salvare il filmato come file video da riprodurre su un computer o un dispositivo mobile, masterizzare il progetto su un disco, o caricarlo direttamente su un account YouTube, Facebook o Vimeo.

E ora…buona visione!

Caricando...