“…scelse di vivere per tutti, anziché per sé solo…”

La XII Rupe Nazionale Francescana di Assisi si è conclusa poche ore fa davanti alla Basilica di Santa Maria degli Angeli con il Grande Urlo dei Vecchi Lupi d’Italia ed ognuno dei partecipanti, nonostante la stanchezza accumulata nei tre giorni, è tornato a casa rinnovato nel corpo e nello spirito.
Perché la Rupe Francescana non è un semplice incontro tra Capi e Rover, è molto di più:

È incontro con Dio, un’occasione in cui potersi fermare a pregare lontani dalla frenesia della vita di tutti i giorni e ritrovare serenità. È rivivere la vita di Francesco, ripercorrendo la sua storia, visitando quei posti che hanno segnato la sua vita e comprendere quanto grande ed importante sia stato il suo essere Testimone di Dio ed Esempio per tutti noi Vecchi Lupi.

È sapersi meravigliare e stupire, come farebbe un Lupetto, della semplicità dei luoghi vissuti da Francesco, della celebrazione Eucaristica celebrata nella Basilica Superiore di San Francesco interamente dedicata a noi, della cena Francescana fatta lungo le strade di Assisi.

È riscoprire il senso del Servizio, grazie alle parole di un semplice Frate che, con il sorriso, spiega quanto sia importante essere serviti oltre che servire e a quanto sia importante fidarsi ed affidarsi agli altri, a tutti coloro che si spendono per noi, ed accettarne pregi e difetti per formare così delle vere comunità.

È Famiglia Felice, è creare legami autentici con ragazzi conosciuti poche ore prima e con i quali si condivide la fatica della strada e la gioia di un canto o di un bans fatto in mezzo ad una piazza sotto gli occhi dei passanti. È incontrarsi con amici veri che non si vedono da tempo e ridere e scherzare come se ci si frequentasse ogni giorno.

La Rupe Francescana è tutto questo e molto altro ancora, difficile descriverne a parole l’atmosfera, le sensazione e le emozioni. L’unico modo per comprenderne l’essenza è viverla. Perché ogni volta che si sceglie di partecipare, è come se fosse la prima volta, anche se si pensa di aver già visto tutto di Assisi e di conoscere ogni aspetto della vita di San Francesco, basta una frase detta da qualcuno, il sorriso di un fratello, un raggio di sole oltre la montagna o un semplice gesto inaspettato ed il cuore si riempe della grazia di Dio facendoti tornare a casa rigenerato e pronto a trasmettere tutte quelle meravigliose emozioni ai Lupetti nei Branchi.

Un forte buona caccia!

Fabio

 

Caricando...