Care Capo, care Scolte,….care sorelle,
avete presente l’immagine dell’arcangelo Michele che con la sua spada infilza il Male materializzato in una figura mostruosa? E’ proprio così che immaginiamo tutte VOI!Lì, intente a sconfiggere un’immobilità che sembra averci dato pesanti catene, lì mentre siete obbedienti e consapevoli, forti e determinate, speranzose e comunque “operatrici” di bene!

Lì, insomma, mentre siete ciò che dovete essere e rimanere: delle vere donne di carattere!

Certo la nostra quotidianità, i nostri ritmi, le nostre abitudini, il nostro PASSO …tutto è stato stravolto.
Il giovedì sera niente riunione di Fuoco, domani niente interrogazione di latino e, il sabato, quello shopping con le amiche a cui proprio non volevamo rinunciare. E poi la domenica, l’incontro più bello, più potente, quello con il Padre. Ogni cosa sembra esserci negata…e invece no!
Il nostro essere VIVE, il nostro sentirci figlie amate, la nostra essenza…quella non ce la toglierà nessun virus. Dio Padre ci ama e ci invita, soprattutto ora… in QUESTO NOSTRO DESERTO, in questa nostra Quaresima, in cui Lui più che mai c’è e ci cerca, TI CERCA!!!!
E’ sempre on-line, non ha bisogno di una particolare rete per essere agganciato, il Signore è A BANDA LARGA…ci prende tutte, se ci facciamo trovare, e ci invita a compiere il bene e a rimanere INSIEME nel Suo amore!
Ma come fare tutto ciò se siamo isolate? Se, giustamente, per adesso ci hanno limitato i contatti? Se quel metro di distanza tra noi e gli altri sembra essere diventata una misura insormontabile?
Ecco la sfida care Capo e care Scolte!

A voi il compito meraviglioso di trovare NUOVE VIE per tenervi vicine vicine, per non perdervi di vista in modi creativi e geniali, vie che solo noi donne sappiamo trovare!

Questo periodo ci ha regalato un grande dono: nel momento in cui ci viene consigliata una vita più VIRTUALE che REALE, a noi umanità ferita manca il prossimo; ci manca quella stretta, quella carezza, quell’abbraccio, quella prossimità meravigliosa che fa comunione. IL DONO è riscoprire il nostro bisogno degli altri… veri… in carne e ossa!
E allora forza! Alimentiamo questo desiderio dell’incontro e siamo fiduciose che quel metro di distanza che adesso ci fa male è colmato dalla stretta di Dio verso di noi, figli suoi amati in un unico grande abbraccio. Ricordiamocelo la prossima volta che non avremo più vincoli nello stare con gli altri!
Allora Scolte, Capo…”stay tuned”….rimanete sintonizzate e condividete se volete tutti i modi creativi e geniali in cui le vostre comunità si stanno tenendo in contatto!

Buona “creativa e geniale” strada!

Paola Giangreco

 

 

Caricando...