Dolci, musica e divertimento. Non amare il Carnevale è impossibile, per i grandi quanto per i più piccoli.
E infatti anche i Lupetti lo adorano. I colori delle maschere, gli scherzi innocenti e il clima di festa che si respira li coinvolgono a più non posso. Un momento importante che segna il passaggio verso il tempo di rinuncia al superfluo (dal latino carnem levare, “privarsi della carne”) quale è il tempo di Quaresima. Una ricorrenza che ha perso il suo valore simbolico nel corso degli anni ma che vale la pena recuperare nei nostri Branchi. Un’occasione per rafforzare il clima di Famiglia Felice, lavorare col Consiglio di Akela e, soprattutto, creare un momento per coltivare il rapporto tra Akela e i genitori.

Per poter organizzare il vostro Carnevale di Branco sarà necessario pensare ad alcuni importanti dettagli: le decorazioni, i giochi da fare, i canti e, soprattutto, i costumi. Ognuno di questi aspetti ha dei chiari risvolti educativi: per quanto riguarda i costumi potreste proporre una gara ai lupetti e far sì che li costruiscano da soli, con le loro mani! E perché no, aiutati dai propri genitori. Per quanto riguarda eventuali canti o addobbi si potrà coinvolgere attivamente il Consiglio di Akela – così da farli sentire concretamente responsabili – che a sua volta riporterà al Branco le varie idee da realizzare. Si potrebbe anche pensare di chiedere a ogni sestiglia di organizzare delle scenette a tema (ricordate la storia di Re Carnevale, con tanto di filastrocche annesse). Anche festoni, coriandoli e quanto può contribuire a rendere speciale il carnevale di Branco potrà essere realizzato dai lupetti stessi: questi li aiuterà a comprendere quanto importante sia porre attenzione alle piccole cose, da realizzare con cura e meticolosità. Il tutto facendogli apprezzare il valore del risparmio: non è fondamentale spendere un sacco di soldi in addobbi e costumi, basta utilizzare la fantasia. E a proposito di questo, il vostro carnevale sarà un ulteriore incentivo per i Lupetti a dar sfogo a tutte le loro idee o sogni. Ognuno di loro ha molta fantasia, sarebbe un peccato dovesse andar sprecata. Infine, per quanto riguarda dolci tipici carnevaleschi e altre leccornie (non ci dimentichiamo che “lo stomaco vuoto rende l’occhio distratto”) potrete coinvolgere i genitori, rendendoli parte attiva nella realizzazione del Carnevale di Branco.

Non chiediamo certamente loro di fare tutto da soli: anche questa potrebbe essere un’ottima occasione per far sì che qualche lupetto conquisti una specialità. Inoltre le mamme, i papà e, perché no, i nonni (non ci dimentichiamo di quanto importanti siano i nonni!) saranno ospiti eccellenti nel corso dei festeggiamenti. Lo abbiamo detto e ripetuto in più occasioni: curare il rapporto con i genitori dei Lupetti è il primo e più importante dei passi da fare. Sono loro i primi educatori e noi dobbiamo essere al loro fianco. E quale occasione migliore del Carnevale per rinsaldare il rapporto con loro in un clima di vera e autentica Famiglia Felice? Un’opportunità da non perdere ma da preparare, come sempre, con la giusta attenzione. E allora sì che il vostro sarà un Carnevale speciale.

Caricando...