Carissimi, in questa stagione può capitare di tornare da una caccia di Branco veramente distrutti …..non è andato niente come doveva ….tutto questo tempo perso…. uffi …. ma perché ?
eppure….
ANCHE NELLA GIUNGLA PIOVE QUALCHE VOLTA

Dal taccuino di Akela “ Domenica scorsa caccia disastrosa, acqua a catinelle . Riparo stretto. E’ stato necessario improvvisare programma di ripiego ( canti, racconti,….ecc ) Ritorno in tana alle ore 15”.
Risultati dunque zero, una giornata persa ,buttata a mare ed un’impressione retrospettiva nettamente negativa?
No, tutt’altro; c’è tra i Vecchi lupi persino chi sostiene in quella caccia disastrosa abbiamo creato una magnifica giornata di famigli felice per tutto il Branco.
Ma come è possibile ciò ?
Non abbiamo potuto svolgere quasi nessun punto del programma stabilito, preparato così meticolosamente con tanto di “ OBBIETTIVI DA  AGGIUNGERE “ tutti i giochi andati per aria, la danza di Shere Khan non fatta e le chiacchierate sulla bandiera e la verifica del nodo galera dove sono andate a finire? E poi ,naturalmente, non si è potuto creare quell’atmosfera giungla , che per un vero branco è l’unica in cui si può respirare …e poi… Insomma un disastro… dove possiamo trovare anche solo un elemento positivo?

“Forse, azzarda Baloo ( come sempre modestissimo …..) in questo: almeno io sono stato sincero quando, insieme col Branco, prima di prendere il treno per il ritorno, ho ringraziato Gesù, nella chiesetta del paese, di
averci dato questa occasione per mostrarci Lupetti in gamba, che sanno stringere i denti , e perfino essere allegri e cantare, anche quando c’è qualche piccolo disappunto da mandare giù; che sanno fare agli altri
Lupetti delle buone azioni; che sanno ascoltare i Vecchi Lupi anche se questi non possono farli correre per la giungla, ma li devono tener fermi in un luogo piuttosto ristretto, e che invece di fare le mille sciocchezze e
birichinate che avrebbero fatto altri ragazzini in simili circostanze ,sanno divertirsi senza dar fastidio ad alcuno, anzi ,facendo divertire gli stessi proprietari che ci ospitavano, che risposero al nostro tralalla di
ringraziamento con un sincero “Grazie e …. arrivederci ! “ E poi , sempre più modesto, non potrebbe darsi che anche nella giungla piova qualche volta?”

Ed infatti il Branco è partito e tornato cantando, ed il piccolo porticato e la saletta dove ci siamo rifugiati hanno rimbombato dei nostri canti e grida ( PENSA CHE AD UN CERTO PUNTO CI SIAMO BURLATI DEL
TEMPO, ED UN PO ANCHE DI NOI STESSI , FACENDIO LA DANZA DELLA TREGUA DELL’ACQUA) ma c’è anche stato un perfetto silenzio mentre uno dei vecchi lupi raccontava una avvincente storia . C’è stato un lupetto del Consiglio d’Akela cha ha distribuito agli altri una fetta di torta fatta con la mamma a casa, finché non gli restarono solo alcune briciole, che tutto allegro ,mangiò egli stesso; e quell’altro che ha dato la sua
giacca a vento per riparare la Zampa Tenera infreddolita, C’è stato , anche quello che ha chiesto qualche volta “Akela andiamo a casa?” ma molti altri che hanno chiesto di ritornare in quel posto la prima domenica
di tempo buono. C’è stata una sestiglia che è tornata dalla stazione verso la Tana cantando a squarcia gola ed un’altra che trovò durante quella passeggiata (finalmente aveva smesso un momento di piovere) trovò
dieci parole che cominciavano con la sillaba “mo” . E’ dopo l’arrivo in tana, con che entusiasmo i Lupetti anziani si sono messi a raccontare alle zampe tenere le meraviglie di altre cacce meno piovose ed i bellissimi giochi fatti alle ultime Vacanze di Branco! No, forse c’è stato qualcosa di positivo anche in questa “ pesca di Branco”.

Ora questa è una delle occasioni in cui un Branco può dar prova di sé. La sua attività è sicuramente compromessa ma … ti sembra sia uguale ad una riunione tenuta in tana? Non ti voglio consigliare di
provarci, ma ti posso assicurare che è tutta un’altra cosa e sia i Lupetti che i Vecchi Lupi se in quella situazione perdono il coraggio , ma riescono a mantenere un vero spirito di famiglia felice, allora il Branco è
un Branco in gamba e quella caccia fallita sarà stata più utile per tutti che un’altra riuscita sotto un sole splendente.
Allora i Vecchi Lupi avranno dimostrato di essere veramente degli educatori , non solo che sanno mettere in pratica un determinato metodo secondo degli schemi prestabiliti , ma anche dei Vecchi Lupi pieni di idee
originali , di risorse di iniziative. Vecchi Lupi che sanno sfruttare tutte le occasioni per educare i propri Lupetti, DANDO UN VALORE EDUCATIVO ALLE COSE PIU’ INASPETTATE.

Allora buone cacce di branco a tutti e ricordatevi che …. anche nella giungla qualche volta piove.
( Tratto da un vecchio taccuino di caccia di un Akela …….)

Caricando...