Sono in treno e sto pensando a voi, ai vostri volti stanchi e felici. Alcuni vecchi lupi li ho riconosciuti e salutati personalmente; purtroppo ancora non conosco tutti i vostri volti e i vostri nomi. Tutti, però, ho portato nel cuore durante la Celebrazione eucaristica in San Pietro. E mi sono davvero commosso ed emozionato.
Non potevo mancare a questo evento storico per la nostra Associazione e Federazione, anche perché molti di voi siete Rover in servizio in Branco.
Il Santo Padre ci ha rivolto delle parole semplici, ma molto ricche e profonde. Dovremo a lungo rifletterci. Papa Francesco ha fatto da cassa di risonanza a cinque parole del Signore Gesù: “Date e vi sarà dato”.
Quanto è vero che c’è più gioia nel dare che nel ricevere.
Quanto è vero che la fatica del servizio è nulla rispetto ai volti dei nostri Lupetti che tornano a casa più gioiosi dopo le Vacanze di Branco.
Se non aveste detto di sì per servire, quei volti e quelle famiglie sarebbero più tristi, più soli! E allora, quanto è vero che
“La libertà non arriva stando chiusi in stanza col telefonino e nemmeno sballandosi un po’ per evadere dalla realtà”
ma
“si conquista con il cammino, passo dopo passo, insieme agli altri, mai soli”.
Tutto ciò è possibile perché avete detto di sì, avete scelto di servire!
Questo Euromoot rimarrà nei vostri cuori. Avete scritto il Vangelo copiandolo con la devozione degli amanuensi. Tornando a casa siamo chiamati tutti a continuare a scrivere il Vangelo con la penna che è la nostra vita, su quella carta unica e originale che è il nostro mondo.
Ho voluto scrivervi a caldo questo due righe per salutarvi, per dirvi che la Giungla Italiana è un grande dono della Provvidenza per le nostre parrocchie, le nostre diocesi, l’Italia e l’Europa.
E per dirvi che essere vostro Assistente è per me un onore e una gioia grande!
Buona caccia,
don Lorenzo
Caricando...