La prima tecnica per la costruzione di un rifugio che viene presentata è la stessa da utilizzare per montare un telo ad es. sopra il tavolo o la cucina.

In primo luogo -in assenza di alberi- necessitiamo di due pali portanti “C” i quali possono essere anche solo appoggiati al terreno (o inseriti in una buca anche solo accennata) perché sorretti da un sistema di picchettiP” e collegati da una traversa in corda “A” o legno “B”.

RifStPort 1
RifStPort 2

La struttura , vista dall’alto, dovrebbe apparire più o meno così… con i picchetti centrati e ad un angolo di circa 90°.

 

 

RifStPort 3I picchetti vanno piantati a 45° seguendo l’asse del tirante. Se ci si imbatte in un terreno duro si procede piantando il picchetto un po’ per volta, tirandolo fuori e versando acqua nel buco fino a quando la terra non smette di assorbirla.
RifStPort 4

 

 

 

Per tenere in tensione i tiranti e reggere la struttura realizziamo un paranco su ciascun tirante in prossimità del picchetto a cui ancoriamo lo stesso tirante.

 

Analizziamo per prima l’utilizzo di una struttura con traversa di legno.

La traversa “B” è più in basso della testa dei montanti “G” di circa 30 cm.RifStPort 5
Questo è dovuto ai tiranti “i” (foto sotto) che la sostengono. Il telo, al suo colmo, non presenta flessioni apprezzabili.RifStPort 6I due tiranti “i” non terminano la loro corsa all’interno della traversa, ma si fermano al limite del telo (frecce). Questo impedirà alla pioggia di entrare dentro il telo.

 

Passiamo ad esaminare una soluzione con traversa di corda.

RifStPort 7

Un nodo di ancoraggio “M” (nodo anguilla, nodo dell’amaca, ecc.) legherà la corda al palo. Quindi metti
in tensione il cavo con un paranco semplice “L”.

 

 

 

Lo svantaggio principale nell’usare questo sistema consiste nel fatto che la corda “N” è un tutt’uno con la traversa. In caso di forte pioggia quest’ultima potrebbe scorrere all’interno del telo.

 

 

RifStPort 8

 

Un trucco per non far passare la pioggia è quello di collocare un cordino sulla traversa con il “bocca di lupo”. L’acqua verrà bloccata e scivolerà lungo quest’ultimo.

 

Per tendere correttamente il telo vale una norma universalmente conosciuta: “più il tetto è inclinato, più la pioggia scorrerà via facilmente.

RifStPort 9

Altra cosa da tenere presente è che i tiranti devono essere disposti in diagonale. Questa attenzione permetterà di avere una superficie ben tesa con la pioggia che va via rapidamente.

 

 

RifStPort 10

 

Per fissare il telo al terreno si inseriranno negli occhielli appositi picchettini ricavati da rami di essenze dure come da disegno.

 

 

 

Caricando...