Le Guide

Guidismo per ragazze

LE GUIDE – CHI SIAMO

Liberamente estratto dalle NORME DIRETTIVE DI BRANCA GUIDE.

Il Guidismo è il Metodo educativo scout nella sua attuazione al femminile.

Si ispira, quindi, ai principi fondamentali dello Scautismo ideato dal fondatore Lord Robert Baden-Powell.

il Guidismo si propone come mezzo per accompagnare la bambina, lungo il suo percorso di crescita psico-fisica, a diventare “donna di carattere”, a scoprire la sua vocazione e, pertanto, a vivere in pienezza con gioia. La finalità del Metodo, quindi, è la formazione della persona in quanto DONNA; BUONA CRISTIANA E BUONA CITTADINA.

La Branca Guide è la Branca centrale del Metodo, quella che comprende la tipica età per cui il Metodo stesso è stato ideato. La Branca Coccinelle ne è la preparazione e la Branca Scolte il completamento.

Il Metodo, applicato in Branca Guide, si rivolge a ragazze di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, e mira a dar loro – in un passaggio di vita delicato qual è la fase dell’adolescenza e in collaborazione con la famiglia, la Chiesa e la scuola – sane abitudini di vita, competenze

concrete, il gusto delle cose ben fatte, un’intelligenza attiva, una mentalità aperta alle necessità degli altri, il desiderio di scoprire sé stesse e l’amore di Dio nella propria vita.

Il grande gioco che il Guidismo propone (la bella avventura), simboleggia proprio la vita con le tappe, le difficoltà, il gusto della conquista, la gioia della condivisione e di salire insieme verso la vetta. Le ragazze possono vivere tutto questo e sviluppare, così, la propria personalità, se accompagnate nella crescita da una figura adulta, la Capo Riparto. La sua testimonianza di vita e di servizio consente alle ragazze di guardare a un adulto che vive e s’impegna concretamente per realizzare quegli stessi ideali ai quali anch’esse tendono.

Il MOTTO delle Guide è         ESTOTE PARATI

(“Siate sempre pronti con la cintura ai fianchi e le lucerne accese”, Lc 12,35):

  • “essere pronte” a rispondere alla propria chiamata;
  • pronte a compiere il proprio dovere e ad aiutare quando occorre;
  • consapevoli che è necessario “prepararsi” per poter essere utili.

Preparata dal motto delle Coccinelle “Eccomi!” (Lc 1,38) e realizzata da quello delle Scolte “Servire” (Mt 20,28), la frase evangelica “Estote Parati” esorta a essere pronti e vigili alla chiamata di Dio e propone alla Guida un ideale di vita che la sprona a crescere e a migliorarsi; È un ideale che investe tutta la vita; che occorre proporre sempre in tutte le sue dimensioni (tecnica, morale, spirituale) e che si realizza a poco a poco in un modo di vivere;

La LEGGE è una regola di vita, liberamente accettata dalla ragazza nel momento in cui decide di farla propria pronunciando la Promessa.

Come le regole di un gioco sono un aiuto perché il gioco riesca e quindi necessarie da seguire, così la legge morale è un grande aiuto per realizzare sé stessi secondo il disegno di Dio, che ce l’ha data ben sapendo ciò che è bene per noi.

La Legge scout traduce questa legge morale in 10 articoli che:

  • fanno leva sul senso dell’onore;
  • puntano sul lato positivo del comportamento;
  • rappresentano mete precise su cui impegnarsi e confrontarsi ogni giorno;
  • sono uguali per tutte, e quindi aiutano la Guida a non sentirsi isolata nel suo sforzo.

La Guida considera suo onore il meritare fiducia

La Guida è leale (verso il suo paese, i suoi genitori, i suoi capi e i suoi subordinati)

La Guida è sempre pronta a servire il prossimo

La Guida è amica di tutti e sorella di ogni altra Guida (a qualunque paese, classe sociale o religione essa appartenga)

La Guida è cortese e generosa

La Guida vede nella natura l’opera di Dio: ama le piante e gli Animali

La Guida ubbidisce prontamente

La Guida sorride e canta anche nelle difficoltà

La Guida è laboriosa ed economa

La Guida è pura di pensieri, parole e azioni

La PROMESSA esprime l’ideale del servizio di Dio e del prossimo, in cui trova motivo e completamento l’esigenza verso sé stessi.

Con l’aiuto di Dio, prometto sul mio Onore di fare del mio meglio:

  • per servire Dio, la Chiesa, la Patria e l’Europa;
  • per aiutare il prossimo in ogni circostanza;
  • per osservare la Legge delle Guide.

E’ una Promessa seria, con cui la Guida si pone una meta difficile da raggiungere, ma essa sa che potrà camminare nella buona direzione solo confidando nell’aiuto di Dio. Essa vi mette tutte le sue energie; “fare del mio meglio” implica questo sforzo costante di tendere al bene.

La Federazione dello Scautismo Europeo ha espresso tre PRINCIPI, che chiariscono la linea educativa scelta dalla Federazione.

  • Il dovere della Guida comincia in famiglia.
  • Fedele alla sua Patria, la Guida è per l’Europa fraternamente unita.
  • La Guida, cosciente della sua eredità cristiana, è fiera della sua fede, essa lavora per realizzare il Regno di Cristo in tutta la sua vita e nell’ambiente che la circonda

I Principi aiutano la ragazza a comprendere che il suo cammino ha una prospettiva più ampia.

Con la Promessa, la Guida si impegna a compiere ogni giorno una BUONA AZIONE verso qualcuno.

È un gesto – piccolo o grande che sia – di interessamento agli altri, che traduce in pratica l’amore cristiano, nella scelta di ciò che è bene, indipendentemente dalla riconoscenza degli altri e dalla soddisfazione che ne deriva. La B.A. deve portare a poco a poco la Guida a comprendere l’importanza del servizio verso gli altri come stile di vita.

Il Guidismo è permeato di una SPIRITUALITA’ forte e concreta. Le attività sono occasioni per comprendere che la spiritualità si può e si deve vivere concretamente, vale a dire nell’attività di Riparto, nella vita all’aria aperta, nell’esperienza di una sana vita scout.

LA PREGHIERA DELLE GUIDE

Signore, insegnami a essere generosa,

a servirti come lo meriti,

a dare senza contare,

a combattere senza pensiero delle ferite,

a lavorare senza cercare riposo,

a prodigarmi senza aspettare altra ricompensa

che la coscienza di fare la tua santa volontà.

SAN GIORGIO è il patrono di tutti gli Scouts e viene festeggiato il 23 aprile. Nello stesso giorno, gli Esploratori e le Guide rinnovano solennemente la Promessa scout, secondo l’invito di Baden-Powell, che suggerisce di “rammentarla”. Richiamando la figura del Santo cavaliere,

invita ripetutamente gli Scouts a rifarsi alle virtù eroiche di tale modello: l’onore, la generosità, il coraggio, la purezza di vita e di ideali.

San Giorgio simboleggia i quattro punti a cui miriamo:

  • CARATTERE, con gli attributi del coraggio, dell’abnegazione e della decisione;
  • SALUTE e FORZA FISICA e impegno;
  • ABILITÀ MANUALE nell’uso delle proprie risorse;
  • SERVIZIO AL PROSSIMO.
Caricando...