1. Preparare il proprio zaino correttamente, dimostrando in uscita e al campo di saper mantenere le proprie cose sempre in ordine e al riparo in caso di pioggia.
  2. Scegliere il terreno per l’installazione dell’angolo della propria Squadriglia, tenendo conto della sicurezza e della bellezza del luogo, della natura del suolo, della sua pendenza, dell’orientamento, dell’approvvigionamento di acqua e legna, della posizione della cambusa e della protezione dalle intemperie.
  3. Organizzare materialmente il campo avendo cura di fare tutte le prove qui sotto elencate:
  • preparare e imballare il materiale, dimostrando di saperlo riparare in caso di rottura;
  • realizzare una piantina dell’angolo e dirigere il montaggio di una installazione: cucina, refettorio, latrina (laddove è consentita), ecc.;
  • custodire il materiale durante il campo, attraverso un riparo che isoli gli attrezzi dal suolo;
  • realizzare alcune astuzie da campo.
  1. Dimostrare di saper cucinare con qualsiasi tempo, conoscendo i vari tipi di legna per il fuoco e cucinando correttamente i pasti. Al campo, collaborare alla costruzione della cucina.
  2. Aver dormito, tra campi e uscite con pernotto, almeno quaranta notti in tenda o aver partecipato minimo a tre campi estivi, dando l’esempio di abilità del montaggio della tenda, cura dell’igiene personale e rispetto per la natura.
  3. A fine uscita/campo, assumersi la responsabilità che la propria Squadriglia lasci il terreno in uno stato impeccabile, tanto da essere riconosciuto dalla Corte d’Onore come un campeggiatore servizievole, attivo e rispettoso delle cose altrui.

     Scarica

Caricando...