Attività: Momento dell’Eccomi sulla Lanterna

Obiettivo: Far scoprire alle Coccinelle la Gioia in relazione alla Gioia di San Francesco

Materiale:

  • Puzzle dell’immagine di Francesco in preghiera;
  • Lettera;
  • Lumicini;
  • Preghiera;
  • Cuore di cartoncino per ogni Coccinella;
  • Led;
  • piccole lanterne disegnate
  • foto di ogni Coccinella.

Questa attività è stata proposta alle Coccinelle durante una riunione infrasettimanale invernale alle ore 18.30. Fuori era tutto buio e ciò ci ha permesso di muoverci al buio solo cercando la luce della Lanterna.

Le Coccinelle trovano sotto la Grande Quercia un puzzle da ricostruire e una lettera. Questo puzzle rappresenta Francesco, non ancora Santo in preghiera. Dopo che le Coccinelle lo hanno ricomposto tutte insieme la Capo farà notare loro cosa c’è rappresentato, ovvero appunto Francesco nel momento della preghiera. Subito dopo, preferibilmente una Capo, leggerà la lettera scandendo ben bene le parole perché in questa lettera c’è scritto un passo delle Fonti Francescane.

“Fonti: 329

Ad Assisi un giovane gli era caro più degli altri. Era un suo coetaneo e l’amicizia e l’affetto li legava, tanto che Francesco gli confidava i suoi segreti e lo conduceva con sé in posti solitari e adatti al raccoglimento. Un giorno gli rivelò di aver scoperto un tesoro grande e prezioso.

L’amico, esultante e incuriosito, accettava sempre volentieri l’invito di accompagnarlo. Alla periferia della città c’era una grotta, dove si recarono per parlare del «tesoro». 

Francesco entrò lasciando fuori il compagno ad attenderlo e…”

CC: Care Coccinelle proviamo anche noi a cercare il tesoro? Forza partiamo …

La “storia” non si conclude però le Coccinelle guidate dalle Capo andranno fuori dalla Tana per provare a cercare un Tesoro simile a quello che aveva Francesco. Fuori dalla Tana troveranno poco lontano da loro una lucina fioca fioca: è la luce della Lanterna! Guidate solo da quel lumicino, arriveranno fino alla Lanterna e lì troveranno la conclusione:

“Pieno di entusiasmo, pregava. Gioiva che nessuno sapesse cosa facesse là dentro e a Dio chiedeva consiglio. Supplicava Dio di fargli vedere la sua via e di insegnargli a realizzare ciò che Lui voleva per Francesco.

In Francesco i pensieri lottavano tra loro e non riusciva a darsi pace finché non avesse capito ciò che Dio voleva per lui. Mille pensieri l’assalivano e lo facevano soffrire. Bruciava dentro di sé un fuoco divino, e non riusciva a nascondere esternamente la forza della sua anima. Era dispiaciuto del comportamento che aveva avuto prima di quel momento e ormai le vanità del passato a Francesco non interessavano più, ma non si sentiva sicuro di saper resistere a quelle future. Quando uscì dalla grotta e fece ritorno dal suo compagno, Francesco appariva stanco, come se fosse diverso da come era entrato”

Per Francesco andare nella grotta e pregare era il suo tesoro gioioso che “Bruciava dentro di sé come fuoco”; le Coccinelle recitano una preghiera e dopo averla recitata riceveranno un cuore di cartoncino che nasconde un lumicino (led fluorescente) che aprendolo fa luce…è quella luce che arderà in loro per far vivere alle Coccinelle questo momento e farlo interiorizzare!

CC: Noi siamo fortunate perché abbiamo una cosa che ci ricorda come tenere accesa la luce del nostro cuore. Che cosa è? (Per le Coccinelle ciò che in loro arde come fuoco è appunto la Gioia più alta è la loro Gioia più alta è la fiamma della Lanterna. )

Sotto la Lanterna, troveranno delle piccole lanterne disegnate (scarica qui il modello!), ogni qualvolta che saranno gioiose potranno disegnare una piccola fiammella. Se in quel momento le Coccinelle si sentono gioiose, possono già da subito disegnare una piccola fiammella e attaccare con lo scotch il piccolo led fluorescente. 

Dopo aver finito, seguendo la luce della Lanterna portata dalle Capo si rientrerà in Tana dove sotto la Grande Quercia sono spuntate delle piccole cornicette con le loro foto.

Poiché la Grande Quercia racchiude le storie e i segreti di tutto il Bosco, dietro la loro foto potranno attaccare il cuore e scrivere il momento più gioioso che hanno vissuto, quel momento in cui la loro Gioia nel loro cuore era altissima. Queste foto poi, si appenderanno alla Grande Quercia, così ognuna di loro avrà il proprio momento più bello racchiuso sotto la  Grande Quercia.

 

 

Caricando...